Fija de quindes ani

Fija de quindes an so pari a la marida
Fija de quindes an so pari a la marida
So pari a la marida, fija ‘d quindes an
L’ha faje sposè ‘n vej ch’a l’ha quater quinds an.

An vers la mezanöit la bela as desvija
As vota ‘n vers al vej e al mord ant’i n’uria
Dürmì dürmì fanteina, dürmì tranquilament
Si vui sevi fanteina mi a lu sun nen

A la matin ‘d bunura la va da so pari
A la matin ‘d bunura la va da so pari
O pari o lo mio pari l’ei fami d’ün gran tort
L’ei fami sposè ‘n vej ch’l è tüta nöit ch’a dorm

O fija ‘d la mia fija porta ‘n po’ ‘d pasiensa
O fija ‘d la mia fija porta ‘n po’ ‘d pasiensa
Porta ‘n po’ ‘d pasiensa ch’el vej al morirà
E ‘t resterai padruna della roba ch’l ha

A mi m’n amporta niente della sua roba
A mi m’n amporta niente della sua roba
Della sua roba e dei suoi dinè
A l’umbreta d’an bel giuvun s’a sta semp pi ben

Traduzione
Figlia di quindici anni suo padre la fa maritare
suo padre la fa maritare, figlia di quindici anni
Le ha fatto sposare un vecchio che ha quattro volte quindici anni.

Verso la mezzanotte la bella si sveglia,
Si volta verso il vecchio e lo morsica sull’orecchio
Dormite, dormite fantesca, dormite tranquillamente,
se voi siete fantesca, io non lo sono.

Alla mattina di buon’ora va da suo padre
O padre o padre mio mi avete fatto un gran torto
mi avete fatto sposare un vecchio che è tutta la notte che dorme.

O figlia della mia figlia porta un po’ di pazienza,
porta un po’ di pazienza che il vecchio morirà
e tu resterai padrona della roba che ha.

A me non importa niente della sua roba
della sua roba e dei suoi denari
all’ombretta di un bel giovane si sta sempre meglio.

Lascia un commento