Maggio

Versi 1-2 Nigra 133, versi 4-7 Ferraro LXXXII

S’a n’en ven ël prim dì de màgg, van tajè lo mà,
van taje-lo ant cul boschin du-v’a s’ le-va ‘l sul la ma-tin
– ‘Des che al Magg a l’ è piantà
Chi i farà la sentinela? –
– Sentinela la farà
Lo prim amant dla bela. –

Traduzione
Arriva il primo giorno di maggio, vanno a tagliare il maggio,
vanno a tagliarlo in quel boschetto dove si alza il sole la mattina.
– Adesso che il maggio è piantato
chi gli farà la sentinella? –
–Sentinella la farà
il primo amante della bella. –

Anche nell’alto Monferrato esiste questo canto. È uso dei giovani di andare la notte del 30 aprile a rubare nel territorio del paese vicino un bell’albero di pioppo, scortecciarlo quasi fino alla cima, appendervi, fra i rami rimasti, salami e dolciumi, e poi piantarlo nella piazza del paese. In quella notte poi gli innamorati piantano rami verdi presso l[e] case delle loro belle, con mazzi di fiori simbolici (dal commento di G. Ferraro).

Lascia un commento